Autore Topic: Coronavirus, considerazioni  (Letto 3670 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Giacomo da Centa

  • Consiglio Direttivo MTAA
  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 7127
  • Sesso: Maschio
  • MODERATORE DEL FORUM
    • Mostra profilo
  • Località: Centa San Nicolò
  • Quota: 828 m s.l.m.
  • Da casa vedo la Valsugana da Caldonazzo a Borgo. Lavoro a Trento, ho vissuto a Gardolo dalla nascita (1981) al 2008.
  • Davis Vantage Pro 2 (acquisto 2011)
  • -

Offline Giacomo da Centa

  • Consiglio Direttivo MTAA
  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 7127
  • Sesso: Maschio
  • MODERATORE DEL FORUM
    • Mostra profilo
  • Località: Centa San Nicolò
  • Quota: 828 m s.l.m.
Re:Coronavirus, considerazioni
« Risposta #61 il: Dom 29 Marzo, 2020, 22:43:24 »
Ecco i grafici Appa di via Bolzano.
Alcune considerazioni che ho scritto sulla mia pagina FB:

Le polveri (particolato) in Provincia sono generate per la maggior parte dal riscaldamento civile (81% medio annuo secondo il Piano aria PAT 2018) e soprattutto la loro dispersione è molto correlata con la situazione meteorologica. Come si vede, nonostante il lockdown i valori a Trento hanno un andamento altalenante, dipendente appunto dalle inversioni termiche al suolo. Peraltro si può presumere comunque anche una aumentata incidenza dei riscaldamenti domestici, ancora utilizzati visto il periodo, oltre ad altri fattori (polveri secondarie, trasporto da zone limitrofe).

Il biossido di azoto è invece prodotto per la maggior parte dal traffico (58% medio annuo sempre secondo il Piano aria PAT 2018) e, visto il blocco, il calo è evidente ed era prevedibile. Le mappe pubblicate da molti media sul calo dell'inquinamento in Cina o nel Nord Italia sono relative proprio a questo parametro.

Va comunque ricordato che il passaggio dall'inverno alla primavera porta a condizioni più favorevoli alla dispersione degli inquinanti (stratificazione dell'aria mediamente più instabile, con maggior rimescolamento verticale) quindi trarre conclusioni sulla base di due grafici può essere improprio.



  • Da casa vedo la Valsugana da Caldonazzo a Borgo. Lavoro a Trento, ho vissuto a Gardolo dalla nascita (1981) al 2008.
  • Davis Vantage Pro 2 (acquisto 2011)
  • -

Offline Michele94

  • Utente abituale
  • **
  • Post: 202
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Povo (TN)
  • Quota: 400 m s.l.m.
Re:Coronavirus, considerazioni
« Risposta #62 il: Lun 30 Marzo, 2020, 00:56:18 »
Ecco i grafici Appa di via Bolzano.
Alcune considerazioni che ho scritto sulla mia pagina FB:

Le polveri (particolato) in Provincia sono generate per la maggior parte dal riscaldamento civile (81% medio annuo secondo il Piano aria PAT 2018) e soprattutto la loro dispersione è molto correlata con la situazione meteorologica. Come si vede, nonostante il lockdown i valori a Trento hanno un andamento altalenante, dipendente appunto dalle inversioni termiche al suolo. Peraltro si può presumere comunque anche una aumentata incidenza dei riscaldamenti domestici, ancora utilizzati visto il periodo, oltre ad altri fattori (polveri secondarie, trasporto da zone limitrofe).

Il biossido di azoto è invece prodotto per la maggior parte dal traffico (58% medio annuo sempre secondo il Piano aria PAT 2018) e, visto il blocco, il calo è evidente ed era prevedibile. Le mappe pubblicate da molti media sul calo dell'inquinamento in Cina o nel Nord Italia sono relative proprio a questo parametro.

Va comunque ricordato che il passaggio dall'inverno alla primavera porta a condizioni più favorevoli alla dispersione degli inquinanti (stratificazione dell'aria mediamente più instabile, con maggior rimescolamento verticale) quindi trarre conclusioni sulla base di due grafici può essere improprio.



Molto Interessante Giacomo :)

Offline stefanocucco83

  • Utente abituale
  • **
  • Post: 838
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Canezza
  • Quota: 605 m s.l.m.
Re:Coronavirus, considerazioni
« Risposta #63 il: Lun 30 Marzo, 2020, 08:58:07 »
Aggiungiamo anche un altro fattore al riscaldamento domestico: con scuole chiuse sono tutti a casa e di sicuro il riscaldamento domestico andrà anche di più rispetto ad una giornata in cui a casa non c'è nessuno.. io lo abbasso molto quando non c'è nessuno. In queste settimane a casa con bimbo e questo freddo tardivo è naturale scaldare di più

Offline Alessandro de Costa

  • Socio MTAA 2020
  • Volto noto del forum
  • ****
  • Post: 2919
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • meteotrentinoaltoadige.it/stazioni_meteo/costa
  • Località: Costa di Folgaria
  • Quota: 1250 m s.l.m.
Re:Coronavirus, considerazioni
« Risposta #64 il: Lun 30 Marzo, 2020, 09:46:19 »
Aggiungiamo anche un altro fattore al riscaldamento domestico: con scuole chiuse sono tutti a casa e di sicuro il riscaldamento domestico andrà anche di più rispetto ad una giornata in cui a casa non c'è nessuno.. io lo abbasso molto quando non c'è nessuno. In queste settimane a casa con bimbo e questo freddo tardivo è naturale scaldare di più
secondo me fino ad un certo punto, se una casa è isolata bene e abitata sempre in alcune persone si può risparmiare qualcosa sul riscaldamento. Un tecnico di casaclima ha stimato in 80 watt la dispersione termica di una persona

Offline Flavioski

  • Socio MTAA 2020
  • Veterano
  • ****
  • Post: 3987
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento Sud
  • Quota: 190 m s.l.m.
Re:Coronavirus, considerazioni
« Risposta #65 il: Lun 30 Marzo, 2020, 10:49:30 »
Ecco i grafici Appa di via Bolzano.
Alcune considerazioni che ho scritto sulla mia pagina FB:

Le polveri (particolato) in Provincia sono generate per la maggior parte dal riscaldamento civile (81% medio annuo secondo il Piano aria PAT 2018) e soprattutto la loro dispersione è molto correlata con la situazione meteorologica. Come si vede, nonostante il lockdown i valori a Trento hanno un andamento altalenante, dipendente appunto dalle inversioni termiche al suolo. Peraltro si può presumere comunque anche una aumentata incidenza dei riscaldamenti domestici, ancora utilizzati visto il periodo, oltre ad altri fattori (polveri secondarie, trasporto da zone limitrofe).

Il biossido di azoto è invece prodotto per la maggior parte dal traffico (58% medio annuo sempre secondo il Piano aria PAT 2018) e, visto il blocco, il calo è evidente ed era prevedibile. Le mappe pubblicate da molti media sul calo dell'inquinamento in Cina o nel Nord Italia sono relative proprio a questo parametro.

Va comunque ricordato che il passaggio dall'inverno alla primavera porta a condizioni più favorevoli alla dispersione degli inquinanti (stratificazione dell'aria mediamente più instabile, con maggior rimescolamento verticale) quindi trarre conclusioni sulla base di due grafici può essere improprio.




Interessante, non ci avevo fatto del tutto caso: nel mio piccolo ogni giorno assieme ai dati meteo riepilogo anche i dati di Trento (S. Chiara e Via Bolzano) relativi all'inquinamento, prendendo il valore più alto fra i due, e in effetti dalla chiusura <dura> dell'11 marzo l'unico valore (per l'NO2) oltre gli 80 è del 12/3 con 84, probabile eredità dei giorni precedenti; da lì in avanti al massimo si è arrivati a 58 microg/m3, con diversi valori sotto i 50. Almeno un lato positivo c'è!
  • Davis Vantage Vue

Offline AltoGardameteo

  • Consiglio Direttivo MTAA
  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 15198
  • Sesso: Maschio
  • Freddo-nivofilo
    • Mostra profilo
    • altogardameteo
  • Località: Riva del Garda
  • Quota: 111 m s.l.m.
Re:Coronavirus, considerazioni
« Risposta #66 il: Lun 30 Marzo, 2020, 15:03:38 »
Cmq dai dati del contagio e della mortalità trentina, appare evidente che non aver chiuso per tempo alle visite le cliniche/case di riposo, è stato un errore madornale.

Nell'alto Garda, praticamente il 70-80% dei malati e dei decessi è nelle case di riposo e presso le due cliniche arcensi Eremo e Regina; non a caso siamo la zona trentina col numero maggiore di morti (tanti fra 80 e 90 anni).

E pensare che quando a fine febbraio/inizio marzo si era iniziata a ventilare l'ipotesi di chiuderli alle visite dei parenti (non pochi provenienti da Lombardia e Veneto, come gli ospiti), c'erano state polemiche da parte loro ... incoscienti ... ecco il risultato ...
  • Davis Vp2 + sensore radiazione
  • Reolink 410W 5mp + Reolink 410W 4mp + Reolink 511W 5mp zoom 4x