Autore Topic: Analisi modelli Inverno 2022-2023  (Letto 41186 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline El Bonve

  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 7713
  • Sesso: Maschio
  • It's a bullshit!
    • Mostra profilo
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #570 il: Dom 22 Gennaio, 2023, 21:58:14 »
ma come cacchio fate a ricordare sti vari eventi....io non ricordo neppure la settimana scorsa ;D
Traumi che non si cancellano
Modelli stamattina da depressione cosmica leopardiana.
Reading è da suicidio mentre GFS mostra la prima mappa decente (non precipitativa) a 360h.
Non dico altro.
Va bene GW, va bene sfigati, va bene comparto europeo, va bene la Cina, l'India, l'Africa e il Porco bip bip però cazzo dai.......................

(cit. , 1/12/2015)

Offline yakopuz

  • Socio MTAA 2020
  • Veterano
  • ****
  • Post: 4509
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento (casa)
  • Quota: 190 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #571 il: Dom 22 Gennaio, 2023, 23:39:53 »
Domani comunque molto ventoso da est, potrebbe sparigliare la colonna anche in Valsugana come accennato da Meteotrentino. In tal caso la zona di Borgo salta facilmente.

E se invece con un vento forte da Est facesse spill-over anche su Trento? Di sicuro fa spill-over sulla val dei Mocheni.
In particolare la val dei Mocheni é spesso sotto spill Over. Di inverno fino a circa S.Orsola trovi pochissima neve poi vai sopra Palu ed é sommerso. E non é solo questione di quota perche il Costalta e il Rujoch sono proprio meno nevosi del Gronlait e del Fravort.
  • Bolzano (lavoro)
  • Villazzano TN (320 m) Davis Vantage Vue
Il futuro e' nel presente ... devi solo sapere dove e'

Offline Giacomo da Centa

  • Consiglio Direttivo MTAA
  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 8843
  • Sesso: Maschio
  • MODERATORE DEL FORUM
    • Mostra profilo
  • Località: Centa San Nicolò
  • Quota: 828 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #572 il: Dom 22 Gennaio, 2023, 23:56:57 »
E se invece con un vento forte da Est facesse spill-over anche su Trento? Di sicuro fa spill-over sulla val dei Mocheni.
In particolare la val dei Mocheni é spesso sotto spill Over. Di inverno fino a circa S.Orsola trovi pochissima neve poi vai sopra Palu ed é sommerso. E non é solo questione di quota perche il Costalta e il Rujoch sono proprio meno nevosi del Gronlait e del Fravort.
Sì è interessante. In teoria questo dovrebbe ad esempio portare buoni accumuli anche verso Vigolo Vattaro quantomeno. Vediamo se lo spillover lavora anche sulle quote più alte per Trento (tipo scavalco della Marzola? Mh).

Inviato dal mio CPH2333 utilizzando Tapatalk

  • Da casa vedo la Valsugana da Caldonazzo a Borgo. Lavoro a Trento, ho vissuto a Gardolo dalla nascita (1981) al 2008.
  • Davis Vantage Pro 2 (acquisto 2011)
  • -

Offline simofir

  • Volto noto del forum
  • ***
  • Post: 2775
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Firenze
  • Quota: 50 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #573 il: Mer 25 Gennaio, 2023, 12:31:42 »
si riparte con il nulla eterno e rischio chiusura del vp?

Offline Flavioski

  • Socio MTAA 2020
  • Eroe del forum
  • ****
  • Post: 5335
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento Sud
  • Quota: 190 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #574 il: Mer 25 Gennaio, 2023, 13:05:39 »
si riparte con il nulla eterno e rischio chiusura del vp?

Dando a credito al long di GFS (che per fortuna vale quello che vale) decisamente sì, per il 10 febbraio nell'ultima mappa disponibile vedono un massimo di 1035 hPa, ovviamente centrato sul Nord Italia (e dove se no?), con l'isoterma di -15°c a 500 hPa, che una volta si vedeva comparire così a nord solo in estate o al limite nel semestre caldo, che taglia quasi in due la Penisola Iberica.

Andasse davvero così sarebbe l'ennesimo caso di inverno finito ancora prima di cominciare degli ultimi anni, almeno qui in Val d'Adige, nel senso che quella parvenza d'inverno che c'è stata in realtà è arrivata in coda all'autunno astronomico, fra l'8 e il 20 dicembre, mentre dal solstizio in poi è iniziata una specie di primavera anticipata, prova ne sia che la vegetazione si sta già risvegliando e non da oggi.

Non voglio essere pessimista ad ogni costo, la meteo ci riserva spesso sorprese inaspettate per fortuna (vedi l'ultimo episodio appenninico, che pareva impensabile fino a una settimana prima), però la probabilità che finisca così temo sia tutt'altro che trascurabile.  :-\
  • Davis Vantage Vue

Offline teuz

  • Volto noto del forum
  • ***
  • Post: 2249
    • Mostra profilo
  • Località: Povo
  • Quota: 400 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #575 il: Mer 25 Gennaio, 2023, 13:33:50 »
già... dopo un novembre scandaloso, le due belle nevicate (almeno qua) di dicembre venute fuori dal nulla, avevano illuso che per il trentino bastasse davvero poco per far nevicare.
gennaio dopo una partenza altrettanto scandalosa, ha fatto ricordare che per nevicare in trentino ( o almeno qua) servono ben determinate condizioni.
mi piacerebbe vedere una cartina dell'italia dove a gennaio ha accumulato.. metà italia comoda dentro e trento fuori. per la valsugana è un'altra cosa, ma vade retro est e affini...
neppure il freddo ha portato..
10 giorni fa sembrava che arrivassero minime vicino ai -10 in valle.. invece poi a fatica ad arrivare allo zero, altri giorni col vento ancora più alte..

« Ultima modifica: Mer 25 Gennaio, 2023, 13:35:55 da teuz »
Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

Offline teuz

  • Volto noto del forum
  • ***
  • Post: 2249
    • Mostra profilo
  • Località: Povo
  • Quota: 400 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #576 il: Mer 25 Gennaio, 2023, 13:58:53 »
Ultima poi mi eclisso adesso che arriva la primavera..
Presa dal web.. ma come è  possibile?

Per la quinta volta in quasi quarant’anni, la quarta in meno di un decennio, la neve è tornata a imbiancare le dune di sabbia rossa e dorata appena fuori dalla cittadina di Ain Sefra, in Algeria, detta anche ‘porta del deserto’, a mille metri di altitudine, sulla catena montuosa dell’Atlas.
La prima nevicata di cui si ha traccia in questo territorio si è verificata nel 1979, quella successiva nel 2016 e poi nel 2018, nel 2021 e infine quest’anno (con solo una spolverata di neve). L’insolito evento, dunque, sta diventando sempre più frequente.
Alberto Angela UNofficial Fanpage
Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

Offline Gferri17

  • Utente abituale
  • **
  • Post: 132
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento Cristo Re
  • Quota: 200 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #577 il: Gio 26 Gennaio, 2023, 10:46:15 »
Io ci andrei cauto a dare l'inverno per morto, sembra un accorpamento solo momentaneo, potrebbe saltare al più la prima decade di febbraio.
In ogni caso semmai è da vedere se le dinamiche da est continuano a prendere il sopravvento, perché il quel caso qua c'è ben poco da fare .. ma va anche detto che ci può stare.

Offline Flavioski

  • Socio MTAA 2020
  • Eroe del forum
  • ****
  • Post: 5335
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento Sud
  • Quota: 190 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #578 il: Gio 26 Gennaio, 2023, 11:50:52 »
Io ci andrei cauto a dare l'inverno per morto, sembra un accorpamento solo momentaneo, potrebbe saltare al più la prima decade di febbraio.
In ogni caso semmai è da vedere se le dinamiche da est continuano a prendere il sopravvento, perché il quel caso qua c'è ben poco da fare .. ma va anche detto che ci può stare.

Su questo ti do ragione, anzi negli ultimi anni è spesso andata così; senza andare tanto lontani anche nel 2022 dopo un non inverno iniziato verso metà dicembre 2021 (prima c'era stata la bella parentesi nevosa dell'8/12, rimasta purtroppo isolata) da metà febbraio le cose cambiarono un pochino almeno termicamente con pure una nevicatina il 15 e marzo fu decisamente fresco, pur se estremamente secco in queste lande (solo 3.8 mm in tutto il mese, caduti a fine mese con marzo fermo a 0 mm fino al 29 compreso).

Il problema è che per noi il periodo gennaio-marzo è appunto statisticamente il più secco dell'anno, per cui la probabilità che eventuali affondi invernali ci portino l'est (o il nord) è elevata: storicamente è/era piuttosto tipico proprio di febbraio vedere chessò la neve a Cuneo e Bologna o Modena mentre noi rosicavamo sotto il föhn, molto più che a dicembre e gennaio per dire, quindi come dici pure tu ci può stare, soprattutto considerando le recenti dinamiche.

Poi come dicevo anch'io qualche post fa la meteo è bella anche perché ogni tanto ti sorprende quando non hai la minima aspettativa; per esempio tu che se non ricordo male sei umbro ti saresti mai aspettato a inizio gennaio di vedere dopo metà mese neve con accumulo in città che leggo essere particolarmente allergiche alla dama come Terni e Foligno, con fiocchi fino al lago Trasimeno?
E la stessa cosa ovviamente vale per le nostre lande desolate  :P , mi viene in mente ad esempio la nevicata monstre dell'11 marzo 2004 in cui dopo un inverno di infiniti lisci nessuno credeva più, eppure..

Quindi mi auguro che vada come dici, anche se poi non è detto che questo si traduca in qualcosa di buono per noi; un po' come per lo stratwarming, che sappiamo che creerà un bel po' di scompiglio in atmosfera ma sappiamo pure che a livello orticellistico gli effetti potrebbero anche essere trascurabili.  ;D
  • Davis Vantage Vue

Offline simofir

  • Volto noto del forum
  • ***
  • Post: 2775
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Firenze
  • Quota: 50 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #579 il: Gio 26 Gennaio, 2023, 18:01:59 »
Una sequenza così potrebbe andarmi bene...
 ;D 

Offline Giacomo da Centa

  • Consiglio Direttivo MTAA
  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 8843
  • Sesso: Maschio
  • MODERATORE DEL FORUM
    • Mostra profilo
  • Località: Centa San Nicolò
  • Quota: 828 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #580 il: Gio 26 Gennaio, 2023, 22:52:37 »
Bene, mancano solo 300 ore

Inviato dal mio CPH2333 utilizzando Tapatalk

  • Da casa vedo la Valsugana da Caldonazzo a Borgo. Lavoro a Trento, ho vissuto a Gardolo dalla nascita (1981) al 2008.
  • Davis Vantage Pro 2 (acquisto 2011)
  • -

Offline AltoGardameteo

  • Consiglio Direttivo MTAA
  • Eroe del forum
  • *****
  • Post: 17435
  • Sesso: Maschio
  • Freddo-nivofilo
    • Mostra profilo
    • altogardameteo
  • Località: Riva del Garda
  • Quota: 111 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #581 il: Ven 27 Gennaio, 2023, 00:14:54 »
Cmq nei 2 GM la tendenza sul lungo/lunghissimo degli ultimi run sembra quella ... vediamo dai  ;D
  • Varone: Davis Vp2 + sensore radiazione solare | Fangolino: OneConcept Beaufort
  • Hikvision Darkfighter 8mp 2.8 mm x 2 + Aishanqian 8mp 6.0 mm

Offline Flavioski

  • Socio MTAA 2020
  • Eroe del forum
  • ****
  • Post: 5335
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento Sud
  • Quota: 190 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #582 il: Ven 27 Gennaio, 2023, 09:58:08 »
Stamattina ECM e GEM sembrano andare nella stessa direzione con tendenza più o meno differente a Scand+ dopo l'inizio di febbraio, mentre ovviamente il mago GFS torna sui suoi passi con un inguardabile long che vede sempiterni anticicloni da 1045 hPa centrati fra Alpi ed Europa carpatico-danubiana.

Al di là del fatto che il modello americano mi sembra più instabile di una giornata estiva con la +30° al suolo e la -20° in quota sembra ci sia qualcosa che bolle in pentola, ma per ora si naviga a vista direi. E comunque fino ai primi di febbraio nulla di nuovo, almeno in queste lande desolate.
  • Davis Vantage Vue

Offline Gferri17

  • Utente abituale
  • **
  • Post: 132
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Trento Cristo Re
  • Quota: 200 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #583 il: Ven 27 Gennaio, 2023, 10:01:49 »
Su questo ti do ragione, anzi negli ultimi anni è spesso andata così; senza andare tanto lontani anche nel 2022 dopo un non inverno iniziato verso metà dicembre 2021 (prima c'era stata la bella parentesi nevosa dell'8/12, rimasta purtroppo isolata) da metà febbraio le cose cambiarono un pochino almeno termicamente con pure una nevicatina il 15 e marzo fu decisamente fresco, pur se estremamente secco in queste lande (solo 3.8 mm in tutto il mese, caduti a fine mese con marzo fermo a 0 mm fino al 29 compreso).

Il problema è che per noi il periodo gennaio-marzo è appunto statisticamente il più secco dell'anno, per cui la probabilità che eventuali affondi invernali ci portino l'est (o il nord) è elevata: storicamente è/era piuttosto tipico proprio di febbraio vedere chessò la neve a Cuneo e Bologna o Modena mentre noi rosicavamo sotto il föhn, molto più che a dicembre e gennaio per dire, quindi come dici pure tu ci può stare, soprattutto considerando le recenti dinamiche.

Poi come dicevo anch'io qualche post fa la meteo è bella anche perché ogni tanto ti sorprende quando non hai la minima aspettativa; per esempio tu che se non ricordo male sei umbro ti saresti mai aspettato a inizio gennaio di vedere dopo metà mese neve con accumulo in città che leggo essere particolarmente allergiche alla dama come Terni e Foligno, con fiocchi fino al lago Trasimeno?
E la stessa cosa ovviamente vale per le nostre lande desolate  :P , mi viene in mente ad esempio la nevicata monstre dell'11 marzo 2004 in cui dopo un inverno di infiniti lisci nessuno credeva più, eppure..

Quindi mi auguro che vada come dici, anche se poi non è detto che questo si traduca in qualcosa di buono per noi; un po' come per lo stratwarming, che sappiamo che creerà un bel po' di scompiglio in atmosfera ma sappiamo pure che a livello orticellistico gli effetti potrebbero anche essere trascurabili.  ;D


Hai pienamente ragione e assolutamente no, non me l'aspettavo.. anche perché a Terni anche quando sembra che si incastri tutto di solito qualcosa va storto. Tant'è che onestamente avevo dato neve con accumulo solo dai 300 metri e sotto coreografia anche stavolta, invece mi ha stupito.


Io di natura sono abbastanza ottimista e cerco di prenderla un po' come viene .. tra l'altro Foligno ha avuto una nevicata stile 15 dicembre a Trento ma con temperature precisamente a 0, quindi con neve più secca ... 14 cm in alcuni punti, dicono sia stata una delle nevicate più abbondanti dagli anni 2000 ad oggi, forse seconda solo al 2007.

Offline simofir

  • Volto noto del forum
  • ***
  • Post: 2775
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Firenze
  • Quota: 50 m s.l.m.
Re:Analisi modelli Inverno 2022-2023
« Risposta #584 il: Ven 27 Gennaio, 2023, 17:57:39 »
modelli 12z che tornano a prendere la piega dei soliti ultimi mesi di febbraio.addirittura un bell'omega per gfs.al massimo sfreddata per il basso Adriatico subito ricucita ::)